Il sogno di tutti i linguisti

Il ritorno in Italia non è stato per niente facile. Pensavo che la fortuna che mi aveva assistito fino ad allora fosse finita. E invece mi chiedono di andare in Somalia a fare una cosa che è il sogno di quasi tutti i linguisti: andare a descrivere e codificare una lingua unicamente orale che non era mai stata scritta e descritta.