I maestri

Il mio primo maestro all’università è stato Tullio De Mauro e la sua linguistica strutturale. L’altro che ricordo con grande affetto è Vittorio Somenzi, un fisico diventato filosofo della scienza. Poi ci sono i maestri americani miei ispiratori come Chyomsky. Un ‘altro è Piaget. Domenico Parisi fu quello che mi portò dentro al CNR e con cui da subito il rapporto fu paritario e cominciammo a scrivere articoli insieme.